Decreto Crescita 2019.

Decreto Crescita 2019.

Approvato dal Governo il Decreto Crescita.

Il Governo ha approvato il testo definitivo del Decreto Crescita che prevede, tra l’altro, alcuni interventi correttivi su alcuni importanti strumenti a sostegno delle Pmi.

In primis, il Decreto Crescita potenzia la Nuova Sabatini.

E’ previsto un finanziamento fino a 4 milioni di investimento ed un contributo in unica soluzione fino a 100mila euro.

La Nuova Sabatini è uno degli strumenti che più hanno funzionato negli ultimi anni per favorire il ricambio del parco macchine e la digitalizzazione delle PMI.

Prevede un finanziamento agevolato per un massimo di cinque anni e un contributo ministeriale che copre gli interessi del prestito, pari al 2,75% per investimenti ordinari e al 3,575% per quelli in tecnologie digitali Industria 4.0 (elenco negli allegati 6/A e 6/B della circolare ministeriale del 15 febbraio 2017).

Fino ad oggi si poteva applicare su una spesa da 20mila a 2 milioni di Euro.

Con il Decreto Crescita il tetto massimo finanziabile sale a 4 milioni di Euro. E’, poi, introdotta la possibilità di erogare il contributo in una unica soluzione se il finanziamento è inferiore ai 100mila Euro.

Si tratta di una misura che snellisce le procedure e migliora il flusso di cassa per i prestiti che restano all’interno di questo tetto (che rappresentano il 10% dei finanziamenti richiesti).

Un nuovo tipo di impresa: la SIS

È prevista inoltre l’ntroduzione di un nuovo tipo di impresa: la SIS “Società di investimento semplice” che può investire solo in start-up non quotate in cambio di esenzione dalle imposte sui redditi da capitale.

La Sis, da costituire con capitale fino a 25 milioni raccolto presso investitori professionali o anche tramite business angels, entrerebbe a pieno titolo come nuova forma giuridica nel Testo unico della finanza. Se la proposta sarà approvata, la Sis avrà come “oggetto esclusivo l’investimento collettivo del patrimonio raccolto in Pmi non quotate su mercati regolamentati”, che si trovano nella fase “di sperimentazione, di costituzione e di avvio dell’attività”. Dunque di startup.

Decreto crescita: aumento deducibilità Imu capannoni

Viene aumentata la deducibilità dell’Imu sui capannoni, che passa dal 40 al 50% nel 2019 e fino al 60’% nel 2020.

Credito d’imposta per Ricerca e sviluppo al 25 per cento

Prorogato per il triennio 2021-2023 il credito d’imposta in ricerca e sviluppo in scadenza a fine 2020.

 

CONTATTACI